ZANNI E PULCINELLA SPASIMANTI DI VANNELLA

lunedì 14 settembre, ore 18.30
“ZANNI E PULCINELLA SPASIMANTI DI VANNELLA”

C’è Napoli e c’è l’oriente d’Italia. C’è la Commedia dell’Arte e c’è Pulcinella, c’è Pergolesi ma c’è anche qualche canzone più vicina a noi, c’è il testo scritto e c’è l’improvvisazione. C’è la logica ma anche tanto divertimento illogico, tanto sorridere per nulla. E’ questo e molto altro “ZANNI E PULCINELLA SPASIMANTI DI VANNELLA”, spettacolo in prosa e musica prodotto da “Progetto Sonora”, l’associazione musicale campana che contribuisce alla diffusione della cultura musicale contemporanea con attività di progettazione e produzione musicale orientata prevalentemente sui linguaggi musicali contemporanei.
Da un’idea dell’attrice Adria Mortari – che propone un copione che contempla originali da lei scritti mescolati a rielaborazioni di Commedia dell’Arte e ne firma la regia – “ZANNI E PULCINELLA SPASIMANTI DI VANNELLA” prende il via da un pretesto, una prova de “Lo frate ‘nnamorato” di Pergolesi. Ma si capisce da subito che si tratta davvero di un pretesto per comporre e scomporre, inserire pezzi originali, rivedere e contaminare, rivisitare e smontare. Si parte da “Lo frate”  – opera che ha segnato il debutto nella commedia per musica di Pergolesi, su libretto di Gennarantonio Federico – per dare vita ad un meltin’pot che accoglie le più belle musiche di scuola napoletana del XVIII secolo ma anche le canzoni. Il tutto traghettato da un Pulcinella che diventa il simbolo dell’incursione, del gioco di incastri, il demiurgo del mosaico, colui che tiene le redini del guazzabuglio. Lo spettacolo mette insieme recitativi e arie, dialoghi e poesie, musica e canzoni. L’originale pergolesiano è stato sezionato e ricucito insieme, come un vero abito di Arlecchino, da Antonello Paliotti, compositore e direttore – collaboratore per oltre un decennio di Roberto De Simone – che fa rivivere la composizione del XVIII secolo attraverso innesti contemporanei, recuperando la rivisitazione che del Pergolesi ha fatto Stravinskij, dando vita ad una vera ri-composizione, annullando prospettiva storica e dimenticando quasi la logica.
Scene d’autore, quelle scelte da Progetto Sonora. A realizzarle Gennaro Vallifuoco che per questo paradigma contemporaneo del metateatro ha scelto il ritorno al teatro puro, attraverso l’utilizzo di materiali poveri e semplicissimi. Anche l’allestimento, dunque, incarna quest’istanza atemporale che permea testo e musica. Si esibiscono oltre ad Adria Mortari – che interpreta Costanza – Claudia Nicole Calabrese (Vannella), Rosario Sparno (Pulcinella) e Carlo Feola (Don Pietro e Zanni). La miscellanea musicale è eseguita dal Sonora Chamber Ensemble che si esibisce con chitarre, mandole, mandolini, colascione, violoncello, flauti, clarinetto e percussioni. I costumi sono disegnati e realizzati da Atelier “Daria”.

Progetto Sonora
ZANNI E PULCINELLA SPASIMANTI DI VANNELLA
concerto-pastiche dalla Commedia dell’Arte di Adria Mortari con rivisitazioni pergolesiane e musiche originali di Antonello Paliotti
con Adria Mortari, Rosario Sparno, Claudia Nicole Calabrese, Carlo Feola.
Sonora Chamber Ensemble diretto da Antonello Paliotti.
Scene di Gennaro Vallifuoco | Costumi Atelier DARIA | Disegno Luci di Riccardo Cominotto

Assistente alla regia Rossella Massari
Maestro di sala e palcoscenico Aniello Iaccarino
Assistente tecnico Simone De Pasquale

Sonora Chamber Ensemble
Antonello Paliotti chitarra, chitarra battente
Sara Brandi flauto
Antonio Pisellini clarinetto
Michele De Martino mandolino, mandola
Leonardo Massa violoncello
Vincenzo Lo Conte contrabbasso
Raffaele Filaci percussioni

Teatro dei Piccoli,
Viale Usodimare, Mostra d’oltremare, Napoli
Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti
Per info e prenotazioni 081.2395666
www.progettosonora.it