Na Musica al Riot I Serata

‘NAMUSICA AL RIOT
31 ottobre – 12 dicembre 2014
progetto a cura di Dissonanzen e Progetto Sonora  Networks & Perfoming Arts
in collaborazione con Riot Studio e rete ‘Namusica
www.namusica.it
www.dissonanzen.it
www.progettosonora.it

Dopo il grande successo della serie Dissonanzen al Riot, la collaborazione con il locale di S. Biagio dei Librai continua a cura  della rete ‘Namusica nel segno della sperimentazione. Tre serate di musica innovativa, dedicate all’improvvisazione e al rapporto con la parola e la letteratura, per chiudere l’anno in bellezza e proiettarci verso un 2015 di belle speranze!
Si comincia il 31 ottobre con IN NOMINE, progetto del trio formato dal pianista Ciro Longobardi, dal percussionista Michele Rabbia e dal contrabbassista Daniele Roccato, musicisti provenienti da ambiti diversi che si riuniscono sotto il segno della creatività estemporanea. Il 28 novembre è la volta di LUNA LUNERA, il nuovo progetto del trombettista Marco Sannini in trio con l’attore Enzo Salomone ed il pianista Francesco D’Errico, dedicato alla poesia di Federico Garcia Lorca. Si chiude il 12 dicembre con il recital della cantante Adria Mortari e del pianista Salvatore Biancardi, dedicato a Bertolt Brecht e alla musica di Kurt Weill, Hans Eisler, Paul Hindemith.

Riot Studio – 31 ottobre 2014, ore 20:30

IN NOMINE
Ciro Longobardi     pianoforte
Michele Rabbia      percussioni ed elettronica
Daniele Roccato     contrabbasso
Tre musicisti danno vita ad un esperimento: nonostante provengano da ambiti molto diversi decidono di incontrarsi. Daniele Roccato è uno dei più attivi virtuosi del contrabbasso classico e contemporaneo; Michele Rabbia è collaboratore di grandi jazzisti ed egli stesso eccellente solista; Longobardi è affermato specialista del repertorio moderno e della nuova musica. In comune hanno una passione per l’improvvisazione libera, per la creatività estemporanea. L’idea di partenza sta nell’adottare un contenitore, una delle formazioni classiche del jazz degli ultimi 60 anni, e verificare di quali contenuti può riempirlo l’alchimia tra menti musicali diverse e non necessariamente legate alla musica afroamericana. Il progetto debutta presso l’Area Sismica di Forlì in un pomeriggio di fine novembre 2012. Il successo clamoroso, le ovazioni finali, la richiesta di diversi bis inducono i tre a chiudere subito la fase della “sperimentazione” e ad ufficializzare la nascita di una  formazione nuova e probabilmente unica nel panorama improvvisativo italiano.

Ciro Longobardi
Finalista e miglior pianista presso l’International Gaudeamus Interpreters Competition 1994 di Rotterdam, Kranichsteiner Musikpreis nell’ambito del 37° Ferienkurse für Neue Musik di Darmstadt nello stesso anno,  ha suonato per numerose istituzioni, tra cui Festival Milano Musica, Ravenna Festival, Rai Nuova Musica Torino, Accademia Filarmonica Romana, Angelica Bologna, Biennale di Venezia, Saarländischer Rundfunk Saarbrücken, Ferienkurse Darmstadt, Festival Synthése Bourges, Festival Manca Nizza, Fondazione Gaudeamus Amsterdam, ZKM Karlsruhe, Guggenheim Museum  New York, Festival di Salisburgo. Ha registrato per Stradivarius, Limen, Mode, RaiTrade, Tactus, sempre con notevole riscontro di critica. Tra i premi ricevuti, un Coup de Coeur de Radio France (settembre 2011), un Premio Speciale della critica per il miglior CD italiano del 2011 nella categoria classica/strumentale, un CD del mese (ottobre 2012) e un Premio del Disco della rivista Amadeus (agosto 2013). Ha tenuto conferenze-concerto e masterclass per i Conservatori di Rotterdam, di Ghent e di Bruxelles (Koninklijk Konservatorium),  di Lugano, per la University of Chicago, per la Manhattan School of Music di New York e per i conservatori di stato italiani. E’ docente presso il Conservatorio “G. Martucci” di Salerno ed è membro fondatore del collettivo partenopeo Dissonanzen.

Michele Rabbia
Ha collaborato con Antonello Salis, Charlie Mariano, Stefano Battaglia, Marilyn Crispell, Dominique Pifarely, Louis Sclavis, Paul McCandless, Michel Portal, Matmos; Matthew Shipp, Enrico Pieranunzi, Michel Godard, Rita Marcotulli, Anja Lechner, Vincent Courtois, Andy Sheppard, Eivin Aarset, Francois Couturier,Sainkho Namtchylak, John Tchicai, Bruno Chevillon, Furio Di Castri, Maria Pia De Vito, Italian Instabile Orchestra, Jean-Paul Celea, Sebi Tramontana, Giovanni Maier, Roberto Cecchetto, Paolo Damiani, Aires Tango, Francesco Bearzatti, Daniele D’Agaro, Giovanni Guidi,  Achille Succi, Roberto Ottaviano, Luciano Biondini, Gabriele Mirabassi, Gianluca Petrella, Giancarlo Schiaffini, Salvatore Bonafede, Elio Martuscello, Michael Thieke, Roberto Bellatalla, Bebo Ferra, Paolino Dalla Porta, Regis Huby  e molti altri. Le sue collaborazioni si estendono anche nell’ambito della danza con Tery J. Weikel, Giorgio Rossi, Andrew Harwood, Nikolai Schetnev, Jovair Longo, Rick Nodine, Ray Chung, Khosro Adibi, Rossella Fiumi e Magda Borould Pascal, nel teatro firmando le musiche per lo spettacolo “Genova 01” di Fausto Paravidino, per la letteratura con la scrittrice Dacia Maraini, Gabriele Frasca e Sara Ventroni, con il pittore Gabriele Amadori e nell’architettura con James Turrell. Si è esibito nei più importanti festival Europei, Cina e Stati Uniti.

Daniele Roccato
E’ stato più volte indicato dalla critica internazionale come uno dei maggiori virtuosi del suo strumento.  Ha trascritto (ed eseguito) brani di Monteverdi, Dowland, Marais, Bach, Beethoven, Brahms, Schumann, Schubert, Debussy, Shostakovich, Hindemith, Webern, Berg, Schoenberg, Part, Henze (in collaborazione con l’autore), Cage, Stockhausen, Boulez, e molti altri.  Assieme a Stefano Scodanibbio, ha fondato l’ensemble di contrabbassi “Ludus Gravis”, con il quale, in qualità di concertatore, solista e direttore, ha suonato in alcuni dei più importanti festival di musica contemporanea. Ha realizzato prime esecuzioni e prime registrazioni assolute di brani composti, fra gli altri, da Edgar Alandia, Julio Estrada, Sofia Gubaidulina, Hans Werner Henze, Stefano Scodanibbio.  Ha improvvisato con Roberto Dani, Thollem McDonas Vinko Globokar, Butch Morris, Fabrizio Ottaviucci, Giancarlo Schiaffini, Mike Svoboda.  Titolare della cattedra di contrabbasso presso il Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, è spesso invitato a tenere seminari presso prestigiose accademie e università.  Fra queste ricordiamo: Conservatoire National Supérieur (Parigi), Universitat der Kunste (Berlino), San Francisco State University, Norwegian Academy of Music (Oslo), UNAMM (Città del Messico), UNEAC (l’Havana). Ha registrato per Wergo, Sony, Velut Luna, On Classical. Diversi suoi concerti sono stati trasmessi da Rai RadioTre.

Articoli pubblicati:
http://www.effettonapoli.it/spettacolo/musica/namusica-riparte-riot-studio-31-ottobre-si-suona-in-nomine-jazz-sperimentazione/